Organizzazione fiere internazionali ed eventi: come fare una fiera per fare export, le regole per come organizzare una fiera e vendere all’estero.

Organizzazione fiere internazionali eventi

Organizzazione fiere internazionali ed eventi per vendere all’estero e fare export, in questo articolo del Blog cerchiamo di capire come fare una fiera finalizzata all’export e quali sono le regole per come organizzare una fiera.

Parlando di organizzazione fiere internazionali ed eventi per fare export e vendere all’estero occorre comprendere che non è sufficiente partecipare ed avere uno stand per aggiudicarsi dei contratti.

Organizzazione fiere internazionali: come fare una fiera

L’organizzazione di fiere internazionali è un investimento di risorse aziendali e richiede quindi una vera e propria pianificazione strategica prima ancora di pensare a come organizzare la fiera o l’evento.

In termini di pianificazione strategica l’azienda deve avere un obiettivo definito, generalmente è quello di acquisire nuovi clienti e vendere all’estero, ma può essere anche più sottile, come ad esempio la presentazione di un nuovo prodotto o di una novità, l’obiettivo dell’evento può anche essere di tipo strategico, come ad esempio fidelizzare i vecchi clienti oppure effettuare un’analisi della concorrenza in termini di marketing strategico.

L’organizzazione fiere internazionali in termini di pianificazione strategica ricomprende inoltre la definizione del budget ed il suo finanziamento che può avvenire attraverso l’autofinanziamento aziendale o con mezzi di terzi, tra questi ultimi non ci sono soltanto i finanziamenti ma anche eventuali contributi istituzionali in conto capitale per l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

Organizzazione fiere internazionali ed eventi: come fare una fiera per fare export, le regole per come organizzare una fiera e vendere all’estero.

Organizzazione fiere internazionali: come organizzare una fiera

L’organizzazione fiere internazionali in termini operativi, ovvero come organizzare una fiera all’atto pratico è inerente a tutta l’attività connessa alla formazione del personale coinvolto, la progettazione dello stand, la programmazione dell’attività pubblicitaria complementare all’evento, i contatti con i fornitori dei servizi tecnici e di allestimento.

Nell’organizzazione fiere internazionali c’è poi tutta la parte logistica connessa alla spedizione del campionario, questo avviene in esenzione doganale purché non si venda direttamente in fiera, il reclutamento di hostess madrelingua di supporto, la preparazione e la stampa dei depliants e del materiale pubblicitario di supporto in lingua locale, l’organizzazione e l’invio di inviti personali agli importatori e distributori locali.

Organizzazione fiere internazionali: i tempi, i costi, i risultati

L’organizzazione fiere internazionali tra pianificazione strategica e operativa per essere efficace richiede un’organizzazione di almeno 10/12 mesi prima dell’evento.

I costi per l’organizzazione fiere internazionali ovviamente dipendono dall’importanza della fiera, dalla dimensione dello stand, dai servizi accessori richiesti, si può risparmiare partecipando ad eventuali fiere collettive, diciamo comunque che considerando anche le spese di trasferta dell’imprenditore o del personale aziendale delegato e stando attenti a tutte le cose siamo su una media di almeno diecimila euro.

Quanto ai risultati l’organizzazione fiere internazionali va considerata un complemento, diciamo che per fare export e vendere all’estero può contribuire per un 30% considerando anche un’opportuna attività di marketing post fiera, così come l’organizzazione fiere aziendali può rappresentare un vero e proprio fallimento se prima dell’evento non c’è stata un’analisi del mercato, della domanda potenziale e della concorrenza presente nel mercato estero sia come importazione che come produzione locale unitamente ad una strategia di posizionamento marketing in termini di brand o di prezzo.

Organizzazione fiere internazionali: alternative senza un budget aziendale

Diciamo che in ogni caso, sia che si disponga di un budget aziendale o meno, può valere la pena di effettuare prima un tentativo, anche con il fai da te, con gli importatori e distributori locali, questo è utile in ogni caso, in mancanza di un budget aziendale dedicato, ma anche in previsione di organizzazione di fiere internazionali, anche soltanto per eventualmente essere in grado di predisporre inviti personalizzati per la rassegna fieristica, per il mercato russo per gli utenti lettori del Blog è ad esempio disponibile il database omaggio del segmento di mercato degli importatori in Russia con persona di riferimento che parla italiano:

Area download per scaricare Gratis la Guida al mercato russo e con la spiegazione delle tre regole fondamentali su come vendere in Russia.

L’ARTICOLO E’ INTERESSANTE? E’ POSSIBILE FARE DOMANDE!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>