Organizzazione aziendale, come organizzare un ufficio commerciale, come fare export. La consulenza aziendale e strategica per l’export in Russia a Firenze.

Organizzazione aziendale e consulenza aziendale export

L’organizzazione aziendale è in sostanza la scelta della struttura organizzativa che consenta attraverso i processi organizzati, la standardizzazione dei flussi dei dati e la gestione delle mansioni e dei carichi di lavoro, una corretta allocazione delle risorse aziendali costantemente monitorata da un adeguato sistema di reporting al fine di pervenire ad un continuo miglioramento in termini di efficienza ed efficacia della performance aziendale.

Per definizione accademica in termini di organizzazione aziendale si fa generalmente riferimento ai seguenti tipi di struttura organizzativa:

  • Struttura organizzativa per funzioni;
  • Struttura organizzativa per prodotto o mercato;
  • Struttura organizzativa a matrice.

Organizzazione aziendale, come organizzare un ufficio commerciale, come fare export. Consulenza aziendale strategica export in Russia a Firenze

Parlando di come fare export è necessario capire quali sono le implicazioni in termini di organizzazione aziendale, come organizzare un ufficio commerciale e quale può essere il valore aggiunto fornito dalla consulenza aziendale e dalla consulenza strategica.

Diciamo subito che le best practices dell’organizzazione aziendale risultano indistintamente applicabili a tutti i settori merceologici in cui un’azienda può operare, servizi compresi.

Un’azienda bene organizzata per fare export deve essere in grado di soddisfare velocemente le richieste del potenziale cliente, deve essere in grado di produrre prodotti concorrenziali in termini di rapporto qualità e prezzo, deve garantire una celere evasione degli ordini ed una consegna puntuale.

La consulenza aziendale è spesso indispensabile per le piccole imprese italiane che intendono affrontare un processo di internazionalizzazione, quest’ultime infatti molte volte incontrano notevoli limiti relativamente all’organizzazione aziendale e su come organizzare un ufficio commerciale.

Per esperienza diretta ad esempio ho riscontrato in alcuni casi la mancanza di un vero e proprio listino dei prodotti, spesso si aspetta di capire che cosa chiede il potenziale cliente per poi confezionare al meglio un risposta in merito alle specifiche merceologiche e di prezzo del prodotto. Questo non è certo un modo corretto di procedere in termini di organizzazione aziendale, è l’esatto contrario, oltretutto i tempi di risposta si dilatano e si rischia di perdere l’interesse del potenziale cliente.

Ho incontrato aziende che dicono di lavorare nel settore della merce stock e che poi nemmeno sanno con esattezza che cosa c’è dentro gli scatoloni che hanno in magazzino, mancano le specifiche merceologiche di prodotto ed il materiale fotografico. Come fare export in questo modo!

I listini dei prodotti devono essere molte volte completamente riorganizzati, vengono forniti dall’azienda a pezzi, qualche foto, magari un foglio Excel con i prezzi ed un file Word con le descrizioni ed i codici articolo modificati ed aggiunti nel corso degli anni senza criteri di numerazione ed individuazione organica dei prodotti.

Molte piccole imprese non hanno un vero e proprio sistema di controllo di gestione, prima di formulare un’offerta devono magari anche fare il conto di quanto gli costa esattamente il prodotto.

Nelle piccole imprese spesso non si riscontra alcun tipo delle tre strutture organizzative sopra riportate, molte volte c’è un titolare che fa tutto da solo, la persona oltretutto è oberata da mille incombenze quotidiane ed i tempi di risposta sono di conseguenza lunghi.

La consulenza aziendale può essere di aiuto, la consulenza aziendale è l’insieme delle competenze tecniche che risultano afferenti al mondo delle imprese.

Organizzazione aziendale, come organizzare un ufficio commerciale, come fare export. Consulenza aziendale strategica export in Russia a Firenze

Si comincia dalla consulenza strategica per individuare gli obiettivi di medio e lungo termine, si analizzano i clienti attuali e quelli target, i mercati internazionali di riferimento, i punti di forza del prodotto e dell’azienda allo scopo di impostare una corretta strategia di marketing ed infine dopo una verifica di compatibilità in termini di risorse finanziarie ed equilibrata crescita aziendale si passa all’implementazione del modello di organizzazione aziendale più idoneo ed in grado di coinvolgere e valorizzare le risorse umane a disposizione.

La struttura organizzativa per funzioni, meglio ancora quando possibile se articolata per mercato, è quella che più si presta alla finalità di coinvolgere e valorizzare le risorse umane interne all’azienda. Per un’azienda che intende entrare in un nuovo mercato occorre mettere in conto un duro lavoro di almeno 8/12 mesi, se il processo di internazionalizzazione viene implementato con il supporto della consulenza export in questo periodo avviene anche la formazione di una professionalità interna all’azienda che avrà poi il compito di proseguire il lavoro una volta che l’azienda sarà entrata nel nuovo mercato.

Infine, parlando di organizzazione aziendale ed export occorre dire che i mercati esteri di potenziale riferimento non sono tutti uguali, al contrario sotto tutti dotati di caratteristiche distintive sia dal punto di vista commerciale che di usi e formalità amministrative in termini di documenti e certificati.

Non sempre è possibile per una piccola azienda disporre di un ufficio commerciale con competenze utilizzabili efficacemente su tutti i mercati, in quest’ultimo caso può anche essere utile considerare la possibilità di un ufficio commerciale in outsourcing.

Organizzazione aziendale e consulenza aziendale export

Organizzazione aziendale, come organizzare un ufficio commerciale, come fare export. La consulenza aziendale strategica per l’export.

Per un approfondimento sul tema dell’internazionalizzazione delle PMI nel mercato russo è possibile scaricare la Guida nell’Area Download

Area download per scaricare Gratis la Guida al mercato russo e con la spiegazione delle tre regole fondamentali su come vendere in Russia.

L’ARTICOLO E’ INTERESSANTE? E’ POSSIBILE FARE DOMANDE!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>