Mercato export Russia con R&S

Mercato export Russia con R&S

Riguardo al mercato export Russia e con riferimento più generale ai mercati esteri, se guardiamo all’ultimo rapporto di Bankitalia la flessione degli investimenti appare in diminuzione, la cosa ancora più significativa è che guardando ai programmi delle imprese gli investimenti tornerebbero a crescere.

Il sistema produttivo italiano appare però caratterizzato da un marcato dualismo. Da una parte ci sono le aziende di maggiori dimensioni che anche nel periodo congiunturale più sfavorevole hanno comunque aumentato le vendite nei mercati esteri puntando su investimenti ed innovazione. Dall’altra parte, in numeri considerevoli rispetto alla dimensione del nostro sistema produttivo, ci sono le aziende caratterizzate da un scarsa propensione all’innovazione e con strutture organizzative più tradizionali, spesso incentrate esclusivamente sulla famiglia proprietaria.

I dati dell’analisi effettuata da Bankitalia ci dicono che le aziende italiane che hanno puntato su innovazione e mercati esteri hanno visto mediamente crescere il loro fatturato del 1,2%. Le aziende italiane che non hanno puntato su internazionalizzazione e ricerca e sviluppo hanno visto un andamento medio del fatturato negativo.

La Guida al mercato russo: come vendere ai russi. La Guida per le aziende italiane è disponibile in download con il database aziende russe.

Il nostro sistema produttivo è inoltre caratterizzato da una elevata presenza di PMI che però comunque contribuiscono all’export nazionale per un 30% circa, questa caratteristica del sistema produttivo italiano è presente anche nel mercato export Russia. L’alta incidenza delle piccole e medie imprese in un sistema produttivo è un fattore di debolezza, parlando in termini di internazionalizzazione e mercati esteri l’aspetto dimensionale ridotto è direttamente connesso ad una limitata capacità di penetrazione commerciale dei mercati esteri. Questa attività oltretutto viene spesso effettuata con il fai da te, in genere basata più su accordi commerciali che non su reali strategie operative che possano dare garanzia di un presidio adeguato dei mercati esteri, questo avviene anche nel mercato export Russia.

Il nostro Ministero dello Sviluppo Economico, non a caso, ha da poco varato il piano di sostegno per le PMI attraverso un voucher semestrale che consenta alle aziende italiane di disporre di un export manager temporaneo.

Internazionalizzazione, innovazione e ricerca e sviluppo sono le parole chiave per la crescita per le PMI italiane. Questi almeno sono i fattori aziendali necessari, poi dipende anche dai mercati esteri di riferimento.

Nel caso del mercato export Russia ci sono infatti anche altre difficoltà, è un mercato caratterizzato da una serie di barriere all’entrata che non sono da poco. Basti pensare ai tanti ostacoli di natura tecnica e burocratica, a cominciare dai documenti e dalle certificazioni che risultano necessarie, al sistema burocratico che le gestisce, complesso e poco trasparente. Non da meno la politica dei dazi, sia in entrata che in uscita, politica alla quale si sono anche aggiunti i divieti e le limitazioni reciproche al commercio tre UE e Russia.

Posso fare un altro esempio, lo stesso eCommerce o commercio elettronico in Russia, una potenziale prima forma di approccio al mercato export Russia che si riterrebbe semplice, ha invece delle peculiarità e caratteristiche tutte proprie.

Tanto per dirne una recentemente è stato introdotto l’obbligo di conservazione dei dati inerenti ai cittadini della Federazione Russa in un hosting o server che sia fisicamente presente nel territorio russo, più tutta un’altra serie di considerazioni di natura più tecnica che ci sarebbero da fare in materia di motori di ricerca ed indicizzazione.

Potrebbe anche apparire come un’affermazione di parte, penso però che per come la problematica di approccio ai mercati esteri è stata illustrata nell’articolo e per gli esempi specifici che sono stati riportati in merito al mercato export Russia, si possa tranquillamente affermare che per ottenere risultati quanto meno buoni sia davvero necessaria una strategia professionale ed operativa di approccio ai mercati esteri:

Consulenza export: l’internazionalizzazione PMI e la consulenza import export. Come avviare un’azienda import export, strategia e fasi operative

Mercato export Russia: l’attività di ricerca e sviluppo nell’organizzazione aziendale

Mercato export Russia con R&S, l’attività di ricerca e sviluppo nell’organizzazione aziendale, gli investimenti in ricerca e sviluppo in Italia.

E’ possibile scaricare la Guida al Mercato Russo
nell’Area Download
Area download per scaricare Gratis la Guida al mercato russo e con la spiegazione delle tre regole fondamentali su come vendere in Russia.

L’ARTICOLO E’ INTERESSANTE? E’ POSSIBILE FARE DOMANDE!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>