Import export abbigliamento Russia, l’export abbigliamento nei Paesi CSI e nell’Unione economica eurasiatica. Le certificazioni EAC.

Export abbigliamento Russia: un caso aziendale

Parlando di export abbigliamento Russia era da tempo che eravamo interessati al mercato russo per il tipo di prodotto che produciamo, cappelli e sciarpe da donna rigorosamente Made in Italy.

Oltre al tipo di prodotto, in precedenza un intermediario ci aveva richiesto della merce stock direttamente in Italia, avevamo in realtà capito che la nostra merce finiva in Russia con nuova etichetta nel settore di intermediazione import export abbigliamento Russia.

Noi lavoravamo già con diversi mercati esteri dove facciamo la quasi totalità del nostro fatturato, principalmente Nord America e Paesi del Nord Europa, ma non con la Russia, da tempo avevo cercato informazioni su questo mercato, alcuni colleghi imprenditori di altri settori che avevano fatto delle fiere in Russia mi avevano detto che si erano ritrovati lì con il campionario che nemmeno era arrivato. Insomma, ho capito che la cosa era complicata.

Noi siamo una piccola azienda, io già fatico a stare dietro alle cose di tutti i giorni, facendo due conti ho capito quanto mi sarebbe costato anche soltanto un tentativo di export abbigliamento Russia nell’ipotesi della partecipazione ad una fiera in loco, complessivamente minimo 10 mila Euro considerando un angolino di stand nella CPM e tutto il resto, la principale fiera dell’abbigliamento in Russia, la Collection Premiere Moscow, questo oltre ai rischi che mi erano stati evidenziati dai miei colleghi.

Poi è arrivato il giorno in cui ho letto sul Sole 24 Ore che il Made in Italy del settore moda stava ripartendo dopo la crisi economica, l’export abbigliamento Russia secondo i dati ICE era cresciuto di oltre il 40% a fronte di un marcato calo di quello degli altri principali paesi competitors che già conoscevo, in particolare dei primi tre dopo l’Italia: Germania, Spagna e Francia.

Per questo ho cercato un’assistenza professionale anche se sinceramente ho scelto questi di export Russia perché erano specializzati sul mercato che mi interessava e perché avevano una sede a Mosca e una Firenze, dove io abito, la mia azienda invece è a Prato.

Il mio voleva essere un primo tentativo di export abbigliamento Russia, ho scelto il servizio Infoimprese, quello che costava meno, meno di una fiera in Russia, devo dire che è stato tutto molto professionale.

Hanno inizialmente fatto un’analisi dell’azienda e dei prodotti, poi siamo partiti con la fase di contatto delle aziende russe facendo un company profile in russo di presentazione dell’azienda ed un listino campionario in russo con i prodotti ed i prezzi che avevamo concordato insieme sulla base della loro conoscenza del mercato russo e di quello dei Paesi CSI. Mi hanno infatti spiegato che l’attuale tendenza del mercato era caratterizzata dalla ricerca di prodotti di qualità con prezzi competitivi in una visione di consumo più evoluto nel quale il brand assume minore importanza. Questo era per me un’opportunità, un punto di forza considerando il rapporto qualità/prezzo dei miei prodotti fatti integralmente in Italia e l’assenza di un vero e proprio brand internazionale.

Con mia grande sorpresa, visto che non era previsto dal servizio ed anche se loro lavorano per diversi settori, hanno anche portato il mio listino campionario alla CPM dove comunque erano presenti, mi hanno mandato anche tutte le foto degli stands e dei prodotti della concorrenza Made in Italy, da lì ho avuto la presentazione del primo contatto commerciale, poi la trattativa non ha avuto seguito.

Import export abbigliamento Russia, l’export abbigliamento nei Paesi CSI e nell’Unione economica eurasiatica. Le certificazioni EAC.

Import export abbigliamento Russia, l’export abbigliamento nei Paesi CSI e nell’Unione economica eurasiatica. Le certificazioni EAC.

Import export abbigliamento Russia, l’export abbigliamento nei Paesi CSI e nell’Unione economica eurasiatica. Le certificazioni EAC.

Il lavoro della fase di contatto è proseguito per diversi mesi e senza costi aggiuntivi con il loro personale database delle aziende russe e mi hanno sempre aggiornato periodicamente sui lavori in corso.

L’aggiornamento periodico era ormai diventato un appuntamento atteso che spezzava la mia routine di tutti i giorni, era quasi come tornare a scuola, non erano soltanto dati, nelle relazioni c’erano anche tutte le tecniche di marketing e le varianti che progressivamente venivano implementate, tutte cose che sicuramente mi torneranno utili anche nei mercati in cui già lavoro. Tanto per dirne una con i loro consigli iniziali ho poi successivamente fatto rifare completamente anche il mio sito web aziendale, non soltanto inserendo il russo con il testo che ho ripreso dal loro company profile, soprattutto inserendo tutte le cose che mi avevano consigliato come le chiamate all’azione anche nei singoli prodotti.

Complessivamente mi sono stati presentati altri tre potenziali clienti russi su 105 aziende russe contattate, con uno di questi c’è stato un seguito.

In realtà poi ho dovuto rinviare io tutto di un anno, l’azienda interessata era un grande gruppo che ha richiesto un contratto di esclusiva per Russia, Bielorussia e Kazakistan e come volumi di produzione richiesti non eravamo attrezzati, poi mancavano le certificazioni che ci richiedevano, quella EAC che vale non solo per la Russia ma anche per l’Unione Economica Eurasiatica, anche su questo ci è stata fornita l’assistenza necessaria così come sul contratto con l’azienda russa cliente prima che fosse nominato il buyer e come su tutto il resto, tutto quello che ci ha poi permesso di partire con il campionario dell’anno successivo.

Import export abbigliamento Russia, l’export abbigliamento nei Paesi CSI e nell’Unione economica eurasiatica. Le certificazioni EAC.

Complessivamente esperienza aziendale che è andata ben oltre le mie personali aspettative e sinceramente anche capacità, una svolta professionale ed industriale per la mia azienda.

Simone – Titolare di PMI in Prato

Fare export in Russia come iniziare: il tutorial guidato per impostare la propria strategia. Import export come iniziare.

Export abbigliamento Russia: un caso aziendale

Import export abbigliamento Russia, l’export abbigliamento nei Paesi CSI e nell’Unione economica eurasiatica. Le certificazioni EAC.

Per una visione d’insieme su come vendere in Russia può essere utile leggere la Guida al mercato in Russia che è possibile scaricare nell’area download:

Area download per scaricare Gratis la Guida al mercato russo e con la spiegazione delle tre regole fondamentali su come vendere in Russia.

L’ARTICOLO E’ INTERESSANTE? E’ POSSIBILE FARE DOMANDE!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>