La consulenza export per internazionalizzazione imprese italiane. Le strategie della consulenza internazionalizzazione PMI. Fatturato export.

Consulenza export: internazionalizzazione imprese italiane

Export Russia con sede in Firenze è specializzata nella consulenza export per internazionalizzazione imprese italiane nella Federazione Russa, nei Paesi CSI e più in generale nell’Unione economica e doganale eurasiatica.

La consulenza export per internazionalizzazione imprese italiane. Le strategie della consulenza internazionalizzazione PMI. Fatturato export.

Fare consulenza export per internazionalizzazione imprese italiane significa avere una profonda conoscenza e specializzazione nel mercato obiettivo, la consulenza per internazionalizzazione imprese non è infatti limitata soltanto al marketing ed alla vendita, occorre anche una completa padronanza degli aspetti socio culturali del mercato e degli aspetti burocratici e legali connessi alle export nel paese di riferimento.

Fare export in Russia come iniziare: il tutorial guidato per impostare la propria strategia. Import export come iniziare.

Relativamente al primo aspetto, il marketing e la vendita, la consulenza export deve garantire con professionalità e flessibilità un’adeguata pianificazione di medio e lungo periodo in termini di marketing strategico nel mercato obiettivo fornendo all’impresa italiana anche idonei strumenti per la valutazione e gestione del rischio d’impresa.

Relativamente al secondo aspetto, agli aspetti burocratici e legali, nella consulenza per internazionalizzazione imprese italiane in sostanza si tratta di potere supportare l’azienda italiana nei contratti commerciali internazionali e legge applicabile, negli strumenti di pagamento internazionale e crediti documentari anche per il loro uso come leve di marketing, nella normativa doganale e nelle certificazioni di conformità della merce.

La consulenza export per internazionalizzazione imprese italiane complessivamente deve potere garantire all’azienda italiana:

  • un’analisi della struttura organizzativa aziendale e dei prodotti con i relativi punti di forza utilizzabili nel mercato focus;
  • un’analisi della concorrenza nel mercato obiettivo anche attraverso la valutazione di success stories, una ricognizione dei canali distributivi utilizzabili ed una strategia di posizionamento del prezzo;
  • la definizione di uno studio di fattibilità estremamente personalizzato sul caso aziendale che indichi chiaramente le strategie aziendali perseguibili e gli obiettivi da conseguire nel tempo;
  • il supporto operativo nell’implementazione della strategia di internazionalizzazione anche attraverso la diretta presenza nel mercato di riferimento;
  • l’analisi metodica e periodica dei risultati raggiunti ed il relativo feed back all’impresa italiana anche al fine di valutare l’implementazione di azioni correttive nell’impostazione del marketing strategico.

La consulenza export per internazionalizzazione imprese italiane. Le strategie della consulenza internazionalizzazione PMI. Fatturato export.

Per fornire un’adeguata consulenza export per internazionalizzazione imprese italiane occorrono adeguate competenze tecniche e manageriali, è fondamentale la conoscenza del mercato ed il presidio fisico dello stesso, occorre adottare un metodo adeguato e verificato tramite history cases aziendali, un metodo che sia allo stesso tempo ogni volta innovativo in termini di marketing approach, flessibile nella soluzione dei problemi che si presentano e fortemente orientato sul cliente e sullo specifico caso aziendale.

Una consulenza export per internazionalizzazione PMI deve perseguire l’obiettivo di accompagnare l’impresa italiana sul mercato dotandola di tutti gli strumenti che le consentono poi di proseguire in autonomia una volta che sarà entrata nel mercato obiettivo. In sostanza è un intervento di temporary export manager che permette di raggiungere i primi risultati in un periodo di tempo di 8/12 mesi, nello stesso periodo si cerca contemporaneamente di formare una professionalità interna all’azienda che possa poi garantire la continuità del lavoro.

La consulenza export si paga, non con la solita storia dell’offerta delle percentuale sulle vendite, cercando di fare vendite occasionali e soprattutto cercando di trasferire il rischio d’impresa ed i costi del processo di internazionalizzazione aziendale su un soggetto diverso dall’imprenditore non si va da nessuna parte e si perde soltanto inutilmente del tempo. Una corretta consulenza export in ogni caso prevede dei corrispettivi che sono direttamente parametrati alle varie fasi di lavoro in modo tale da potere garantire al cliente anche una soddisfazione basata sul risultato.

Come opportunità e risultati perseguibili in termini di incremento del fatturato attraverso l’internazionalizzazione d’impresa, secondo l’ultimo report fonte Istat disponibile, relativamente all’export italiano è previsto nel periodo 2017/2020 un incremento valutabile in un tasso medio annuo pari al + 4%. In termini settoriali le stime di crescita media annua sono le seguenti:

  • Chimica                                    5,8%
  • Mezzi di trasporto                  5,4%
  • Alimentari e bevande            4,6%
  • Prodotti agricoli                      4,6%
  • Industria estrattiva                4,3%
  • Apparecchi elettrici               4,1%
  • Investimenti                            4,1%
  • Metalli                                      4,1%
  • Tessile e abbigliamento        4,0%
  • Prodotti in legno                    4,0%
  • Gomma e plastica                  3,5%
  • Meccanica strumentale        3,3%
  • Altri beni di consumo           3,3%

 

Come vendere all’estero ed esportare prodotti italiani e come cercare clienti all’estero: un caso pratico aziendale.

 

 Crescere in nuovi mercati è spesso necessario per assicurare alla propria azienda uno sviluppo nel futuro

Consulenza export: l’internazionalizzazione PMI e la consulenza import export. Come avviare un’azienda import export, strategia e fasi operative

Consulenza export: internazionalizzazione imprese italiane

La consulenza export in Firenze per internazionalizzazione imprese italiane. Le strategie della consulenza internazionalizzazione PMI. Le prospettive dell’incremento di fatturato con l’export.

 

Per un approfondimento sulle tematiche dell’internazionalizzazione delle imprese italiane nel mercato russo è possibile scaricare la Guida al Mercato Russo nell’Area Download:

Area download per scaricare Gratis la Guida al mercato russo e con la spiegazione delle tre regole fondamentali su come vendere in Russia.

L’ARTICOLO E’ INTERESSANTE? E’ POSSIBILE FARE DOMANDE!

2 pensieri riguardo “Consulenza export: internazionalizzazione imprese italiane”

  1. Salve, quale è la situazione per la internazionalizzazione imprese italiane in Russia nel settore mobili e arredamento?

  2. Buongiorno Roberto,

    secondo gli ultimi dati ICE l’export del Made in Italy in Russia nei primi sette mesi del 2017 è aumentato del 28,6% rispetto al corrispondente periodo del 2016.

    La ripresa del mercato russo è netta e marcata per il settore dei beni di consumo come la moda e l’agroalimentare e per il settore della meccanica.

    Il settore dei beni durevoli, come i prodotti di arredo, è noto che segue la ripresa economica con tempi più lunghi. I mobili e l’arredamento nel medesimo periodo segnano una ripresa del +0,2% che comunque costituisce un netto progresso rispetto ai cali registrati nel 2015 e 2016, rispettivamente del -37,9% e -14,2%.

    I mobili e l’arredamento rientrano nel segmento di alta gamma del Made in Italy, il Bbf (Bello e ben fatto), per questo segmento di mercato la Federazione Russa rappresenta il mercato principale tra i Paesi emergenti.

    L’Italia è il secondo fornitore di arredamento della Russia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>