Come fare export e come esportare Made in Italy per PMI che intendono esportare prodotti italiani. Individuazione del mercato e fasi di lavoro

Come fare export e come esportare Made in Italy

Come fare export e come esportare Made in Italy è una domanda che prima o poi ogni imprenditore si pone per cercare di garantire uno sviluppo alla propria azienda. Cerchiamo quindi di capire come fare.

Premesso che è impensabile trattare in modo esaustivo il tema dell’internazionalizzazione imprese in un unico articolo cerchiamo semplicemente di limitarci a qualche consiglio utile su come fare export e per come esportare Made in Italy.

Come fare export e come esportare Made in Italy: l’individuazione del mercato

Ogni prodotto Made in Italy è diverso ed ha proprie peculiari caratteristiche, può andare bene per un mercato e meno per un altro, la prima cosa da fare per capire come fare export e come esportare Made in Italy è quindi quella di individuare il mercato più appropriato per il prodotto che si intende esportare.

Può essere di aiuto in questa prima fase per l’imprenditore fare riferimento alle fonti istituzionali ufficiali.

il Ministero dello sviluppo economico mette a disposizione un’apposita sezione per l’export ed il commercio internazionale:

Come fare export e come esportare Made in Italy per PMI che intendono esportare prodotti italiani. Individuazione del mercato e fasi di lavoro

La Farnesina, il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, offre specifiche informative su come fare export e come esportare Made in Italy:

Esteri.it

Per un supporto per come fare export e come esportare Made in Italy è anche possibile fare riferimento ai documenti relativi agli approfondimenti sull’internazionalizzazione delle imprese che il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti mette a disposizione delle aziende italiane:

Come fare export e come esportare Made in Italy per PMI che intendono esportare prodotti italiani. Individuazione del mercato e fasi di lavoro

Come fare export e come esportare Made in Italy: le fasi di lavoro

Davvero in pillole per brevità di esposizione:

  • analisi della struttura organizzativa aziendale e dei prodotti al fine di individuare i relativi punti di forza utili nel mercato obiettivo;
  • analisi della concorrenza  ed individuazione dei canali distributivi;
  • strategia di posizionamento del prezzo;
  • piano di internazionalizzazione con definizione di obiettivi effettivamente raggiungibili;
  • reporting ed analisi delle azioni correttive durante la fase operativa dell’operazione commerciale.

Per un approfondimento su come fare export e come esportare Made in Italy può essere utile leggere il seguente articolo del Blog:

Internazionalizzazione imprese italiane

Per comprendere meglio come fare export e come vendere un prodotto nell’ambito del B2B o del B2C è utile leggere questo articolo del Blog:

Come fare export e vendere un prodotto

E’ inoltre possibile approfondire il tema dell’internazionalizzazione nel mercato russo e nell’Unione economica e doganale eurasiatica scaricando la Guida al Mercato Russo nell’Area Download

Area download per scaricare Gratis la Guida al mercato russo e con la spiegazione delle tre regole fondamentali su come vendere in Russia.

Come fare export e come esportare Made in Italy

Come fare export e come esportare Made in Italy per PMI che intendono esportare prodotti italiani. Individuazione del mercato e fasi di lavoro.

L’ARTICOLO E’ INTERESSANTE? E’ POSSIBILE FARE DOMANDE!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>