La certificazione EAC e la dichiarazione EAC: il marchio EAC ed il certificato di conformità EAC, la certificazione russa e l’EAC Russia.

La certificazione EAC e la dichiarazione EAC

La certificazione EAC valida per l’Unione economica e doganale eurasiatica sostituisce progressivamente i certificati di conformità rilasciati dai singoli Paesi come ad esempio la certificazione Gost R della Federazione Russa ed i certificati Gost K per il Kazakistan ed il BelST Bielorusso.

Certificazione EAC: come ottenerla risparmiando!

In questo articolo cerchiamo di capire come funziona la certificazione EAC e quali sono le modalità per ottenerla.

La certificazione EAC e la dichiarazione EAC: il marchio EAC ed il certificato di conformità EAC, la certificazione russa e l’EAC Russia.

La certificazione EAC per i Paesi EurAsEC (Russia, Bielorussia, Kazakistan, Armenia e Kirghizistan) è disciplinata attraverso diversi regolamenti tecnici, per cercare di fare una sintesi diciamo innanzitutto che per molti prodotti non è necessaria la certificazione vera e propria ma è sufficiente la Dichiarazione di conformità EAC.

L’applicabilità della certificazione EAC o della Dichiarazione di conformità EAC varia in base al codice doganale dell’Unione economica eurasiatica in cui è ricompreso il prodotto che si intende esportare e di conseguenza del regolamento tecnico applicabile.

Fatturare all'estero: l’esenzione Iva estero, le fatture estere e l’esenzione Iva estero extra UE. L’emissione fattura a cliente estero.

Per fare alcuni esempi, non esaustivi considerata la continua evoluzione della materia, i principali regolamenti tecnici sono i seguenti:

  • Regolamento Tecnico dell’Unione doganale n. 4 del 2011 sulla sicurezza dei dispositivi a bassa tensione;
  • Regolamento Tecnico dell’Unione doganale n. 10 del 2011 sulla sicurezza delle macchine ed attrezzature;
  • Regolamento Tecnico dell’Unione doganale n. 11 del 2011 sulla sicurezza degli ascensori;
  • Regolamento Tecnico dell’Unione doganale TR TC (CU-TR) n. 12 del 2011 sulla sicurezza delle attrezzature operanti in zone esplosive (in questo caso il riferimento è alla marcatura EAC-EX);
  • Regolamento Tecnico dell’Unione doganale n. 16 del 2011 sulla sicurezza degli apparecchi a gas;
  • Regolamento Tecnico dell’Unione doganale n. 20 del 2011 sulla compatibilità elettromagnetica delle apparecchiature;
  • Regolamento tecnico TR CU n. 35 del 2014 “Norme tecniche sui prodotti del tabacco.” Che stabilisce i requisiti per la sicurezza e la qualità del tabacco e i prodotti del tabacco;
  • Regolamento tecnico TR TC n. 37 (CU-TR) del 2016 che regolamenta l’uso di sostanze pericolose nei dispositivi elettronici e radio-elettronici.

La certificazione EAC e la dichiarazione EAC: il marchio EAC ed il certificato di conformità EAC, la certificazione russa e l’EAC Russia.

Quando non si applicano i regolamenti tecnici, e quindi nel caso della Dichiarazione di conformità EAC, che va bene per la maggior parte dei prodotti. la certificazione EAC è piuttosto semplice. Un certificato può raggruppare anche più categorie omogenee di prodotto, a seconda del codice doganale che varia in base al tipo di prodotto, alla composizione ed ai materiali con cui è fabbricato il prodotto.

Un certificato può valere un anno oppure può essere emesso con validità di cinque anni, per ottenere la certificazione non serve in genere mandare i campioni, è esclusivamente un procedimento amministrativo che dura all’incirca quindici giorni, va però nominata un’azienda rappresentante nella Federazione Russa o altro Paese EurAsEC che lo richiede per conto dell’azienda italiana, lo può fare direttamente anche l’acquirente che poi è quello che sdogana la merce in Russia. L’uso e la consuetudine nel lavoro con le aziende russe prevede in genere l’accettazione di un contratto standardizzato da parte dell’azienda italiana negoziabile soltanto in alcune parti, è proprio nell’ambito di questa negoziazione che può essere inserito anche l’accordo per la nomina dell’acquirente come rappresentante ai fini della certificazione EAC.

La certificazione può essere fatta anche tramite agenzia sia in Italia che direttamente in Russia, in quest’ultimo caso probabilmente con maggiore vantaggio economico. Stessa cosa per richiedere eventualmente un rappresentante qualora non sia possibile fare diversamente.

Per saperne di più e risparmiare davvero molto:

Contatti russia italia Export Russia Il modulo di contatto può anche essere utilizzato dalle aziende italiane che intendono proporre uno specifico prodotto

La dichiarazione di conformità EAC è soggetta a registrazione nel registro delle attestazioni di conformità presso l’Ente di Accreditamento di ciascun Paese EurAsEC. Al riguardo occorre segnalare alcune problematiche riscontrate alla dogana russa per i certificati emessi da altri paesi EurAsEC quali Kazakistan, Armenia, Kirghizistan e Bielorussia.

Per approfondimenti sul mercato russo e sulla certificazione EAC è inoltre possibile scaricare la Guida nell’Area Download

Area download per scaricare Gratis la Guida al mercato russo e con la spiegazione delle tre regole fondamentali su come vendere in Russia.

La certificazione EAC e la dichiarazione EAC

La certificazione EAC e la dichiarazione EAC: il marchio EAC ed il certificato di conformità EAC, la certificazione russa e l’EAC Russia.

L’ARTICOLO E’ INTERESSANTE? E’ POSSIBILE FARE DOMANDE!

2 pensieri riguardo “La certificazione EAC e la dichiarazione EAC”

  1. Buongiorno,
    relativamente alla certificazione EAC e alla dichiarazione EAC di cui si parla nell’articolo, quali sono esattamente le pratiche che si possono fare tramite un’agenzia direttamente in Russia?

  2. Buongiorno Marco,
    le pratiche comuni relativamente alla certificazione EAC Russia e GOST R sono le seguenti:

    Registrazione del certificato di conformità delle norme tecniche dell’unione doganale (ЕАС)
    Registrazione della dichiarazione di conformità delle norme tecniche dell’unione doganale (ЕАС)
    Registrazione del certificato di conformità GOST R
    Registrazione della dichiarazione di conformità GOST R
    Registrazione di un certificato GOST R volontario
    Registrazione della certificazione del fuoco volontario
    Registrazione del certificato di origine
    Registrazione del certificato ISO 9001
    Registrazione del rapporto di prova
    Esecuzione di una lettera di diniego
    Sviluppo delle condizioni tecniche
    Registrazione delle specifiche tecniche
    Sviluppo di un caso di sicurezza
    Registrazione del certificato di progettazione della sicurezza del veicolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>