Bolletta doganale e codici doganali per l’export. Tutorial pratico per la dichiarazione doganale e per l’uso della nomenclatura combinata.

Bolletta doganale export e codici doganali

La bolletta doganale è il documento che viene utilizzato per l’export, sono considerate esportazioni secondo la normativa fiscale tutte le operazioni connesse all’uscita di beni dal territorio della UE.

Mentre ai fini Iva rileva anche il trasferimento della proprietà del bene, ai fini doganali l’uscita dei beni viene comunque classificata come esportazione.

Le cessioni all’esportazione ai fini Iva sono disciplinate dall’Art. 8 D.P.R. 633/1972 – Cessioni all’esportazione lett. a), l’operazione di esportazione per essere considerata tale deve risultare da bolletta doganale oppure da vidimazione apposta dall’ufficio doganale su un esemplare della fattura ovvero su un DDT (Documento di Trasporto).

In questo articolo del Blog ci limitiamo a trattare il caso più comune, quello dell’esportazione diretta.

Fare export in Russia come iniziare: il tutorial guidato per impostare la propria strategia. Import export come iniziare.

Parliamo sempre di operazione di cessione di beni all’estero non imponibile ai fini Iva ex art. 8, c.1, lett. a) D.P.R. 633/1972.

Nel nostro specifico caso abbiamo un’azienda italiana, il fornitore, che è l’intestatario della bolletta doganale, ed un cliente extra UE.

La prova dell’esportazione ai fini della normativa vigente viene fornita attraverso il documento MRN e relativo messaggio elettronico «risultati di uscita» che l’ufficio doganale di uscita UE invia all’Ufficio doganale italiano di esportazione e che viene registrato nel sistema informativo doganale nazionale (AIDA).

Bolletta doganale e codici doganali per l’export. Tutorial pratico per la dichiarazione doganale e per l’uso della nomenclatura combinata.

La bolletta doganale DAU intestata all’azienda italiana che risulta come fornitore dovrà riportare i seguenti dati:

  • Speditore / Esportatore
  • Destinatario
  • Paese di spedizione
  • Paese di destinazione
  • Dichiarante
  • Condizioni di consegna
  • Moneta e importo fatturato
  • Tasso di cambio
  • Prezzo dell’ articolo
  • Valore franco confine comunitario = prezzo dell’articolo + nolo extra UE
  • Base imponibile Iva
  • Iva
  • Firma e nome del dichiarante

Ai fini della normativa fiscale risulta importante la prova dell’esportazione che può essere alternativamente fornita dai seguenti documenti:

  • bolletta doganale;
  • vidimazione apposta dall’ufficio doganale su un esemplare della fattura;
  • vidimazione apposta dall’Ufficio doganale sul DDT.

Nella pratica operativa con il nuovo sistema di rilevazione ECS (Export Control System) la prova dell’esportazione è in realtà costituita dal messaggio elettronico «risultati di uscita» che l’ufficio doganale di uscita invia all’ufficio doganale di esportazione e che viene registrato nel sistema informativo doganale nazionale (AIDA). Nella realtà operativa il timbro di uscita viene apposto manualmente sul retro del DAU solo in casi eccezionali.

I codici doganali della merce inoltre nel caso dell’export extra UE sono molto importanti in quanto consentono di calcolare i dazi doganali, stiamo parlando di dichiarazione doganale e nomenclatura combinata.

La nomenclatura combinata è la Tariffa Integrata Comunitaria (TARIC) relativa alla nomenclatura tariffaria e statistica ed alla tariffa doganale comune in vigore nella UE.

I codici doganali che vi sono collegati consentono di calcolare la tassa a carico dell’acquirente, per fare export extra UE è importante sapere effettuare un calcolo dei dazi doganali del Paese di destinazione anche al fine di effettuare una corretta strategia marketing di posizionamento del prezzo del prodotto. Sapere in sostanza quanto un prodotto viene alla fine a  costare al nostro cliente rispetto alla concorrenza presente nel mercato di riferimento ed anche e soprattutto rispetto alla eventuale produzione locale.

Bolletta doganale export, dichiarazione doganale e codici doganali

Bolletta doganale e codici doganali per l’export. Tutorial pratico per la dichiarazione doganale e per l’uso della nomenclatura combinata.

Per un approfondimento sul calcolo dei dazi doganali e la strategia di posizionamento del prezzo di un prodotto è disponibile per i lettori del Blog il manuale operativo nell’area download del sito web:

Area download per scaricare Gratis la Guida al mercato russo e con la spiegazione delle tre regole fondamentali su come vendere in Russia.

L’ARTICOLO E’ INTERESSANTE? E’ POSSIBILE FARE DOMANDE!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>